BACHECA CONFEDERALE

di | 09/07/2021

LA RIFORMA DEGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI – VA FONDATA SU DUE PILASTRI: QUELLO SOLIDARISTICO E QUELLO ASSICURATIVO

Ci aspettiamo che la discussione sugli ammortizzatori sociali possa entrare nel vivo la prossima settimana.
Lo ha detto il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, intervenendo al Consiglio nazionale della Uilm, svoltosi oggi a Roma, per la prima volta in presenza dopo la fase più dura della pandemia.

La riforma – ha sottolineato Bombardieri – non può essere fatta a costo zero, e perciò servono risorse adeguate, e inoltre dovrà essere fondata su due pilastri: quello solidaristico e quello assicurativo.
In sostanza, gli ammortizzatori sociali dovranno coprire tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori, ma l’onere non potrà essere scaricato sulla fiscalità generale: le aziende dovranno fare la loro parte, magari anche individuando un meccanismo di bonus-malus. Infine, per il sindacato, bisognerà prevedere politiche attive del lavoro, dare centralità al sistema bilaterale e costruire percorsi formativi e di riqualificazione professionale.