Gestione delle fermate collettive per vuoto lavoro

di | 21/04/2021

Per completezza d’informazione oggi approfondiamo il secondo quesito più votato del
nostro sondaggio di Giovedì: la gestione delle fermate collettive per vuoto lavoro.
Dal 27 Settembre al 23 Dicembre, al termine dei corsi di formazione, le fermate collettive per
vuoto lavoro verranno gestite con l’applicazione dell’accordo quadro del 17 Dicembre, quindi
con ferie/conto ore anni precedenti, festività smonetizzate (se ancora il lavoratore ne
dispone) e ferie solidali.

L’accordo prevede anche la possibilità di gestire la fase transitoria di vuoto lavoro, prevista
fino al 2025, con trasferimenti e trasferte (su base volontaria) verso i siti delle Divisioni che
ne manifestano la necessità.
Il 23 Marzo, a conferma di quanto scritto, si è svolto l’osservatorio strategico tra le Segreterie
Generali di fim fiom e UILM e il management di Leonardo con la presenza dell’AD
Alessandro Profumo.
L’osservatorio strategico Leonardo è un incontro, a carattere periodico, in cui si fa il
punto sugli investimenti e le pianificazioni strategiche tra Segreterie Nazionali fim fiom UILM
e azienda.
Per gestire la fase transitoria sono state confermate le azioni di accompagnamento alla
pensione per circa 500 lavoratori e la ridistribuzione di altri 500 lavoratori su base
volontaria
(come specificato nell’accordo quadro siglato da Fim Fiom UILM e Azienda del
17 Dicembre 2020) nelle Divisioni che manifestano necessità anche temporanea di risorse
aggiuntive.
Fim fiom e UILM hanno chiesto che questo avvenga attraverso il confronto sindacale a tutti i
livelli e il riconoscimento di quanto previsto dagli accordi sindacali in materia di trasferte.
Queste azioni di contenimento, secondo l’azienda, consentiranno di guadagnare il tempo
necessario ad avviare l’ attuazione dei programmi aggiuntivi, in una crisi del settore del
trasporto aereo civile che non vedrà i volumi pre-Covid prima del 2025.
Le Segreterie generali Nazionali fim fiom UILM hanno sollecitato l’azienda a mettere in
campo tutte le azioni possibili e utili ad individuare attività aggiuntive per accelerare il
percorso di diversificazione industriale al fine di salvaguardare un settore strategico per il
Paese qual è quello delle produzioni civili dell’ aereo spazio.


Redazione Uilm Social&Media


Fonti
● “Accordo quadro 17 Dicembre 2020” fim fiom UIM
● “LEONARDO CONFERMA IL PIANO INDUSTRIALE PRESENTATO AGLI INVESTITORI” Comunicato
FIM FIOM UILM Nazionale, 24 MARZO 2021.