UILM NAZIONALE

di | 16/04/2021

SI CONCLUDE ESPERIENZA FALLIMENTARE – ORA NUOVA FASE CON INGRESSO STATO E SOLIDO PROGETTO INDUSTRIALE

Con il perfezionamento delle operazioni per l’ingresso dello Stato in Acciaierie d’Italia Holding si è conclusa un’esperienza fallimentare. Nei prossimi giorni deve iniziare una nuova era che veda la partecipazione diretta dello Stato nella gestione dell’ex Ilva”. Lo dichiara Rocco Palombella, Segretario generale Uilm.

“E’ fondamentale a questo punto – esorta il leader Uilm – abbandonare una gestione unilaterale e autoritaria degli stabilimenti che non ha tenuto in considerazione la gravità della situazione che si era venuta a creare dopo lunghi anni di mancanza di attenzione dello Stato, da un lato, e di investimenti impiantistici e ambientali dall’altro. I lavoratori e i cittadini sono stati le uniche vittime di questa vertenza senza fine”.

“Adesso è arrivato il momento – aggiunge – di discutere delle migliorie, legate alla transizione produttiva dell’area primaria a Taranto così come è stato annunciato, apportate all’unico piano industriale da noi condiviso, che prevedeva la piena occupazione per i lavoratori assunti in Ilva AS, in AMI e anche per i lavoratori delle aziende dell’indotto”.

“Questa deve essere la fine di un incubo e l’inizio di una fase nuova – conclude – che metta al centro finalmente il rispetto dei lavoratori e dell’ambiente eliminando qualsiasi ipotesi di esuberi e ricorso massiccio alla cassa integrazione. C’è bisogno di una solida e duratura prospettiva industriale che risponda anche alle necessità economiche dei territori e di tutto il Paese”.