APPALTO E INDOTTO ARCELOR MITTAL

di | 19/03/2021

UILM – FIM – FIOM RICHIEDONO INCONTRO AL PREFETTO

Continua a crescere il clima di tensione all’interno del bacino dell’appalto ed indotto ArcelorMittal. Infatti, nonostante le rassicurazioni fornite nelle scorse settimane, circa la riattivazione dei pagamenti in favore delle aziende, assistiamo a un nuovo focolaio sulle retribuzioni alle aziende, il che avvelena letteralmente un clima già di per sé già intossicato. Con la possibilità di rallentare ulteriormente i pagamenti falle aziende, serve far presto ed evitare che la situazione, già in equilibrio precario, precipiti, mai scordando che tutto ciò finisce inevitabilmente per ripercuotersi sulle retribuzioni dei lavoratori.
Pubblichiamo integralmente la nota di unitaria consegnata IL Prefetto di Taranto Mercoledì 17 febbraio:
“Le scriventi OOSS, visto il riacutizzarsi delle problematiche inerenti i lavoratori dell’appalto ed indotto ArcelorMittal Taranto, ovvero il reiterarsi del ritardo dei pagamenti delle retribuzioni che crea loro forte disagio economico, ed a fronte di quanto discusso nell’incontro del 01/03/21, chiedono alla S.V. Una convocazione urgente al fine di evitare che l’aggravarsi della situazione possa sfociare in tensioni sociali e disordine pubblico. Certi di Vs riscontro, si coglie l’occasione per porgere distinti saluti.”