BONUS FISCALE CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA

di | 26/02/2021

C’E’ L OK DA PARTE DI INPS AL BONUS FISCALE PER I CASSINTEGRATI DI ILVA

Come trattato negli scorsi numeri de “Il Venerdì”, come se non bastassero i problemi legati all’abbattimento delle retribuzioni per via della protratta CIG, anche per quanto attiene i benefici fiscali attribuiti dalla legge, si è costretti a rivendicarne l’applicazione.

Ed è il caso di quanto accaduto ai lavoratori di ILVA in Amministrazione Straordinaria, che dall’inizio del 2021 non hanno visto attribuirsi alcun beneficio fiscale.

Si tratta del trattamento integrativo previsto legge del 4.4.2020 n.21 lavoratori ILVA in Amministrazione Straordinaria (l. 66/2014 – ex bonus Renzi) per un importo economico prossimo a € 100/mese.

L’Ente, per il tramite della Direzione provinciale, solo dopo nostra pressione ha avviato i dovuti e puntuali approfondimenti con la Direzione Regionale e Generale INPS, le quali hanno dappoi disposto il pagamento con valuta 2 marzo p.v.. Riportiamo integralmente la nota inviata alle Direzioni di INPS:

“Per quanto all’oggetto, le scriventi Organizzazioni sindacali richiedono formale chiarimento circa l’infruttuosa erogazione per l’anno 2021 del trattamento integrativo del reddito ai lavoratori di ILVA in amministrazione straordinaria, attualmente in trattamento di CIGS a zero ore dal Tanto premesso, significhiamo altresì che il beneficio fiscale di cui all’oggetto, per l’anno 2020 è stato già oggetto di attenzioni da parte di FIM – FIOM – UILM, condizione questa che ha più volte circostanziato richieste di notizia e chiarimenti per la mancanza della puntuale e stabile attribuzione del beneficio fiscale. Giova in ultimo rappresentare che, come noto, il bacino di lavoratori per cui si rivolge attenzione, fonda il proprio sostentamento salariale anche e soprattutto grazie a questa forma di riduzione della pressione fiscale, la quale, nella quasi prevalenza di casi, in assieme all’ammortizzatore sociale, riveste carattere imprescindibile per l’economia famigliare di que- ste famiglie. Vogliano le spett.li Sedi in indirizzo, per quanto di propria pertinenza, rendere esigibile la misura fiscale e, notiziare le scriventi OO.SS. in merito alle cause ostative che ne stanno eventualmente ritardando o impedendo assegnazione.
Certi di un celere, cortese riscontro alla presente, restiamo in attesa di Vs. giusta a riguardo, in mancanza della quale, nostro malgrado, attiveremo forme di protesta e mobilitazione nell’interesse dei lavoratori.”