SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA

di | 20/11/2020

PREMIO NASCITA IN CASO DI PARTI GEMELLARI: I CHIARIMENTI

Il premio alla nascita o “bonus mamma domani” è un contributo economico di 800 euro erogato dall’INPS, a domanda della madre, per la nascita, l’adozione o l’affidamento di un mi- nore. Spetta per ciascun figlio, anche in caso di parto gemellare. L’INPS, con il messaggio n. 4252 del 13 novembre scorso, torna a parlare del bonus fornendo chiarimenti in merito alle modalità di presentazione della domanda in caso di gravidanze plurime e di affidamento o adozioni plurime.

Nel caso di gravidanza gemellare, il bonus di 800 euro è riconosciuto dall’INPS per ciascun figlio e la domanda può essere presentata alternativamente: al compimento del settimo mese di gravidanza (ovvero dall’inizio dell’8° mese di gravidanza) oppure a parto avvenuto (anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza).
Se la domanda viene presentata durante la gravidanza, l’INPS liquiderà in un primo momento una sola quota di 800 euro. Per ottenere il pagamento delle quote restanti, la richiedente dovrà presentare una seconda istanza a parto avvenuto, indicando il codice fiscale di tutti i gemelli. Invece, se l’istanza viene presentata a seguito del parto basterà presentare un’unica domanda per beneficiare del bonus.

Il premio viene riconosciuto anche quando, maturato il requisito del settimo mese di gestazione, si verifichi un’interruzione della gravidanza.

Il Patronato ITAL fornisce informazioni e assistenza per presentare le domande all’INPS.