ILVA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

di | 20/11/2020

DISGUIDO MOMENTANEO NUOVO BONUS FISCALE INPS RASSICURA, MA NESSUNA GIUSTIFICA

Siamo in presenza, purtroppo, di un ulteriore disguido da parte di INPS sull’accredito entro i tempi previsti del bonus fiscale per i lavoratori in cassa integrazione con pagamento diretto da parte dell’ente previdenziale.

La UILM da diversi giorni ha immediatamente coinvolto, per il tramite della direzione di Taranto, l’INPS nazionale, che ricordiamo essere la sola titolata a disporre l’accredito diretto del beneficio in favore degli interessati, senza che la disposizione passi dalla sede provinciale.

La direzione nazionale a sua volta ha fatto sapere che, per effetto di un disallineamento del sistema informatizzato a fronte di ragioni dovute alla continua manutenzione ed innovazione della piattaforma.

Non diamo nessuna giustificazione ad INPS ed abbiamo fatto notevoli pressioni in questi giorni, particolarmente nella giornata odierna, tanto che INPS ci ha informati che stanno proseguendo spediti i lavori per assicurare il pagamento in favore di questa platea di lavoratori nel più stretto giro di tempo possibile.

Continueremo a partire dalla giornata di domani a mantenere alta la pressione sull’ente per una rapida definizione del pagamento ed aggiorneremo tempestivamente i lavoratori.

Ricordiamo infine che il beneficio fiscale (D.L 5 febbraio 2020) di cui sopra sostituisce di fatto il vecchio “bonus Renzi” (D.L 66/2014) introdotto con la manovra fiscale del 2015. Il nuovo bonus fiscale di 600 euro per il 2020, è andato a regime a partire dal 1 luglio 2020 e lo stesso aumenta sino a € 1.200 per l’anno 2021.