ILVA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

di | 23/10/2020

LA UILM FIUTA PRESUNTE IRREGOLARITA’ NELL’ANNO DI CONTRIBUZIONE 2019

Dopo i dovuti approfondimenti, la UILM ha riscontrato un caso singolare, re- lativo ai contributi utili nel solo anno 2019 da parte di ILVA in Amministra- zione Straordinaria. Nei fatti, come in molti potranno riscontrare, l’ammontare dei giorni utili risulta carente di una settimana, ovvero 51 settimane invece che le convenzionali 52. Si è reso necessario dunque attenzionare la Direzione INPS affinché molti lavoratori di ILVA, per via di quella settimana, che hanno aderito alla procedura di esodo incentivante per il prossimo raggiungimento del requisito alla pensione, non si trovino nella condizione paradossale di “esodati” allo scadere della NASPI. Inoltre per assicurare la regolarità contributiva per l’intera platea di lavoratori, lo ricordiamo, già fortemente penalizzati da diversi fattori. In riscontro alla nostra nota, abbiamo già avviato le prime interlocuzioni con INPS al fine di superamento del problema e, l’Ente, per il tramite della Direzione generale provinciale, ha giò avviato tutte le determine previste per supe- rare rapidamente il problema che, da una prima indagine sembrerebbe causato non dalla mancanza dei contributi nella dote economica versata da ILVA, ma da un presunto disallineamento del sistema nella compilazione dei modelli UNIEMENS da parte della Società.

Pubblichiamo integralmente la nota inviata alla Direzione provinciale di INPS:
“In riferimento all’oggetto, si segnala la necessità di Vs. supervisione circa il numero di settimane utili al diritto del calcolo pensione per l’anno 2019, limitatamente ai dipendenti di ILVA in Amministrazione Straordinaria. Tanto premesso, evidenziamo, per quanto attiene i lavoratori di cui sopra, la man- canza di n. 1 (una) settimana dalle convenzionali 52 settimane previste per il diritto al calcolo dell’anno 2019. Significhiamo altresì di aver disposto una prima verifica con la società ILVA in A.S., la quale assicura la regolarità del modello EMENS/UNIEMENS per il corrispettivo economico previsto in raffronto alle 52 settimane. La presente comunicazione si rende necessaria, a nostro avviso, affinché la S.V. disponga gli approfondimenti di circostanza e, ogni azione necessaria a contenere le possibili ricadute negative in termini di ricostruzione delle settimane utili al calcolo della pensione per questo bacino di lavoratori. Vi segnaliamo, inoltre, diverse circostanze di lavoratori ILVA prossimi al raggiungimento del requisito pensionistico, i quali avendo già aderito alla procedura di esodo incentivan- te, senza predetta necessaria ricostruzione vedrebbero imperfetto il requisito di accesso alla pensione. A mero scopo esemplificativo e, per un più puntuale riscontro, si allega l’estratto conto previdenziale e il modello UNIEMENS di un caso specifico.”