ILVA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA

di | 11/09/2020

EROGAZIONE DEL TRATTAMENTO INTEGRATIVO LEGGE DEL 4/4/2020 N.21

Una piccola nota positiva quella relativa agli emolumenti dei lavoratori di ILVA in Amministrazione Straordinaria.

Come ricorderanno i nostri lettori, visti chi effetti del comunicato sindacale a firma di UILM – FIM – FIOM del 27 agosto scorso, in data 2 settembre INPS convocò il tavolo di incontro chiarificatorio sul tema.

Dalla riunione emerse che l’Ente, a fronte di un disallineamento da parte dell’INPS sede di Roma sulle disposizioni di pagamento in favore di questi lavoratori, non potè per tempo perfezionare le disposizioni di pagamento del nuovo meccanismo di detrazione fiscale.

Di fatto per questi lavoratori, se no vi fosse stata la celere presa di posizione, vi sarebbe stato il danno seguito dalla beffa, in quanto a luglio sono cessati gli effetti benefici del “bonus Renzi” senza che fosse stato elaborato il nuovo sistema per abbattere parte del cuneo fiscale. A valle di tutto questo, viste le risultanze della riunione con INPS del 2 settembre, la sede provinciale di INPS ha comunicato con il messaggio che in alto pubblichiamo, l’avvio dei pagamenti per quanto attiene il benefit di cui alla legge del 4.4.2020 n.21.

Molti lavoratori avranno notato che nella disposizione di pagamento, l’ente attribuisce l’importo economico come D.L. 22/2014, ma ciò è frutto del mancato aggiornamento dei sistemi, in quanto questa nuova forma di leva fiscale sostituisce definitivamente il vecchio bonus Renzi (D.L. 66/2014).

Non possiamo ancora sostenere con certezza se il rateo corrisposto nel mese di settembre è attribuito come arretrato del mese di agosto o se è relativo al mese di settembre. Ad ogni buon conto INPS ha informato che eventuali quote in arretrato, ove non corrisposte, saranno oggetto di restituzione a conguaglio di fine anno.