ARCELOR MITTAL

di | 19/06/2020

INCONTRO IN VIDEOCONFERENZA CON REGIONE PUGLIA

In data odierna si sino incontrate le organizzazioni sindacali di FIM-FIOM-UILM e altre categorie, in modalità videoconferenza con la Regione Puglia, alla presenza del Presidente della Task Force Leo Caroli, i Funzionari della stessa regione, ed il Presidente Michele Emiliano. Le organizzazioni sindacali hanno ribadito la necessità che le istituzioni, a tutti i livelli, compreso la Regione Puglia, intervengano sulla vertenza ex ILVA.

Una vertenza che oramai necessita di risposte concrete ed immediate, attraverso l’intervento soprattutto del governo, che una volta per tutte deve uscire allo scoperto per il bene dei lavoratori e di una città martoriata, sia in termini ambientali, occupazionali che economici, superando la stagione degli annunci.

Inoltre le OO.SS. Hanno rimarcato la necessità di interventi esigibili di sostegno al reddito, e per questa condizione, chiediamo che la Regione Puglia metta a disposizione strumenti per i lavoratori sia in Amministrazione Straordinaria che in Arcelor Mittal investiti dalla cassa integrazione.

Alla stessa Regione, abbiamo ribadito con fermezza che il piano industriale trapelato da alcuni stralci divulgati mezzo stampa, presentato da ArcelorMittal è irricevibile, improponibile e vergognoso. Così come l’accordo, e per cui il sindacato non è stato mai consultato e tantomeno ne riconosce i contenuti.

Per FIM-FIOM-UILM bisogna ripartire dall’accordo del 06.09.2018 che tiene insieme la questione sanitaria, ambientale ed occupazionale. Il tempo è una variabile non trascurabile, e alle tante domande esigiamo delle risposte giuste ed adeguate. Non da meno la situazione evidenziata in cui riversa l’appalto, che già da tempo vive una situazione del tutto difficile e complessa. FIM-FIOM-UILM e Regione si incontreranno nei prossimi giorni per ulteriori aggiornamenti