SINCON SRL

di | 27/03/2020

LA UILM CHIEDE TUTELA DEI LAVORATORI E COSTITUZIONE DEL COMITATO EMERGENZA COVID-19

A fronte delle dichiarazioni dell’OMS circa lo stato di “Pandemia” da “CoVid-19”, le scriventi OO.SS. hanno avviato una serie di azioni e misure tese a far attuare, da parte delle aziende, la scrupolosa osservanza degli accordi e della legge in tale ambito.

Tanto premesso è fondamentale e non rinviabile da parte delle aziende, anche e soprattutto ai sensi e per gli effetti del DPCM del 22 marzo 2020 e dei dettagli ATECO in esso contenuti, l’adozione di tutte le misure utili e necessarie tese al contenimento della diffusione del contagio da CoVid- 19 nei luoghi di lavoro, attraverso l’applicazione incondizionata del “protocollo di regolamentazione per il contrasto ed il contenimento della dif- fusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro”.

A tal riguardo e, per la tipologia di lavorazione effettuata dalla Vs. società si chiede di avviare, limitatamente alla gestione dell’emergenza, ogni possibile iniziativa per incentivare ferie e congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva e per l’incremento costante di attività svolte in “Smart working” in ragione delle quali limitare, quanto più possibile, l’indice di affluenza dei lavoratori nelle varie sedi di appartenenza.

Ove, per ragionate e comprovate motivazioni, tale assunto non fosse eccezionalmente praticabile, si intima di fornire con immediatezza ai lavoratori ogni mezzo idoneo a soddisfare i contenuti del Protocollo di cui innanzi si fa menzione, per quanto attiene il rispetto della distanza interpersonale tra i lavoratori e l’utilizzo di Termoscanner, la sanificazione e sanitizzazione delle postazioni di lavoro e delle aree con cadenza temporale, nonché con immediatezza mettere a disposizione delle maestranze: mascherine protettive e prodotti di igiene e pulizia individuale detergenti ed a base alcolica ed ogni dispositivo idoneo a contenere la diffusione potenziale del virus negli ambienti di lavoro. E’ altresì fondamentale informare e formare i lavoratori e chiunque entri in azienda, sulle disposizioni previste e l’adozione delle misure di contrasto, attraverso l’affissione e la distribuzione di depliants informativi. Tutto ciò considerate si ritiene, ai sensi e per gli effetti del punto 13 del Protocollo condiviso del 14 marzo 2020, costituire in azienda un Comitato per l’applicazione e la verifica delle regole del protocollo di regolamentazione con la partecipazione delle rappresentanze sindacali aziendali e del RLS.