ILVA IN AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA – AGGIORNAMENTI ATTIVITA’ DI BONIFICA

di | 06/03/2020

Sarebbe dovuto svolgersi il 2 marzo scorso l’incontro previsto con ILVA in Amministrazione Straordinaria, per l’inizio delle attività di bonifica in capo all’azienda.

In data 27 febbraio scorso attraverso mail delle 14:38, l’azienda ha comunicato alle OO.SS. il rinvio della programmata riunione in relazione all’attuale situazione che coinvolge il nostro Paese, ed in adesione ai suggerimenti diramati dalle autorità sanitarie, ritenendo opportuno rinviare, a data da definire, l’incontro sindacale originariamente previsto.

In tale occasione ILVA confermò la regolarità di svolgimento delle operazioni di raccolta dei moduli di autocertificazione dei carichi di famiglia ricevute.

La UILM, durante questa settimana, ha dunque formalmente chiesto dalla azienda lo stato di aggiornamento e, nella tarda serata del 6 c.m., prima che uscissimo in stampa con questo numero de “il Venerdì”, Ilva ha comunicato a mezzo mail delle ore 19:19 che si è conclusa regolarmente l’attività di invio, da parte dei colleghi, delle dichiarazioni sostitutive per la modifica della situazione dei carichi familiari.

Sono risultate circa un centinaio le dichiarazioni ricevute, alcune a modifi- ca dei carichi familiari, altre a semplice conferma.

Nel testo della comunicazione ricevuta, l’azienda ha comunicato, inoltre, che sono state redatte le graduatorie, così come concordato, in base ai criteri dell’anzianità di servizio e dei carichi familiari, confermando che le graduatorie prevedono l’attribuzione dei seguenti punteggi: 1 punto per ogni anno di anzianità (con conteggio frazionario per singolo giorno), 3 punti per il coniuge o altro familiare interamente a carico, 5 punti per ogni figlio interamente a carico.

Sono state predisposte tre distinte graduatorie: una per gli operai, una per gli impiegati, una per i capisquadra. Il primo gruppo di risorse sarà composto da 21 unità di cui 17 operai, 2 impiegati e 2 capi squadra.

Il prossimo passo prevederà la convocazione dei lavoratori a visita medica preventiva di idoneità alla mansione con il medico competente, a seguito del quale, con presupposto di esito positivo della visita, si concretizzerà la successiva riammissione in servizio.

Le riammissioni in servizio, avverranno utilizzando il criterio della rotazione periodica, come richiesto, che sarà oggetto del prossimo tavolo di aggiornamento tra OO.SS. e azienda.