LEONARDO SPA – INNOVAZIONE E FORMAZIONE, LE BASI PER IL RILANCIO E RISCATTO DEL SETTORE ITALIANO DELLE AEROSTRUTTURE

di | 28/02/2020

Si è svolto quest’oggi l’evento organizzato dal Gruppo Leonardo SPA nel sito di Pomigliano d’Arco (Napoli) dal titolo “Innovare per crescere”. L’iniziativa, rappresenta un’occasione importante per- ché si concretizza e prende forma l’impegno preso un anno fa da Leonardo nel sito di Pomigliano. La presenza di rappresentanti istituzionali e importanti personalità scientifiche dà una rilevanza ulteriore al progetto che interesserà centinaia di ragazzi e che è il frutto di una collaborazione con l’Università Federico II di Napoli.

Grazie al progetto dell’Aerotech Campus si possono porre le fondamenta per il futuro del settore Aerostrutture in Italia, con importanti investimenti nell’innovazione tecnologica e nell’alta formazione. Il settore dell’aerostazione, difesa e sicurezza è fondamentale per l’economia del nostro Paese, occupa circa 200 mila lavoratori nell’intera filiera e rappresenta ingenti livelli di attività e investimenti per un totale di 13,5 miliardi di euro”.

La UILM nazionale, per voce del Segretario generale Rocco Palombella, ritiene positivo il rinnovato interesse per il sito campano di Leonardo e la presenza dei massimi vertici sono la testimonianza ritengano strategico questo settore.

Quella di oggi, è un’occasione che deve rappresentare anche il rilancio e il riscatto della divisione aerostrutture che negli ultimi anni ha sofferto per mancanza di programmazione e sufficienti investimenti. In questi ultimi anni sono stati realizzati importanti sforzi da parte degli stabilimenti di Pomigliano, Foggia e Grottaglie per ovviare alle difficoltà causate dalle criticità gestionali e dalla scarsità di investimenti, e assenza di fondi in ricerca e sviluppo che potevano dare nuova linfa alle produzioni.

Il coordinamento nazionale UILM Leonardo, svoltosi giovedì 20 febbraio, aveva già tracciato, peraltro, l’importanza delle prospettive industriali del gruppo, con in vela l’imprescindibilità di espandere la “mission” produttiva delle Aerostrutture.

Un percorso da sostenere a tutti i costi, all’insegna della chiarezza sulle strategie di sviluppo del business e sulle nuove iniziative, entrambi indispensabili per salvaguardare l’intero tessuto industriale e produttivo dell’Aerospazio, salvaguardando i lavoratori, sociali e dell’appalto. Non in ultimo evidenziando che, orgoglio, passione e professionalità delle maestranze ne hanno permesso l’evidente miglioramento dei processi interni di produzione.